La netiquette, ovvero il galateo del web

Il web risulta essere un posto frequentato da molte persone ed ogni sito rappresenta una piccola abitazione che necessita del massimo rispetto nel momento in cui, un visitatore, entra nel suddetto sito.
Ecco quindi che nasce il concetto di Netiquette: vediamo di cosa si tratta.

L’educazione online

Molte persone commettono un grave errore supponendo che, sul web, tutto è lecito e concesso.
Tale tipologia di pensiero non fa altro che rendere internet un posto meno piacevole nel quale trascorrere il proprio tempo libero.
Insulti, aggressioni, spam, minacce e altri comportamenti non fanno altro che violare quella che dovrebbe essere la convivenza civile all’interno del vasto mondo di internet.
Non tutte le persone sanno comportarsi nel mondo reale, quindi sul web questa problematica tende ad ampliarsi in maniera esponenziale, creando un fenomeno che prende il nome di maleducazione virtuale.
Ma come arginare questo problema e rendere un sito web piacevole da sfruttare e soprattutto privo di persone che si comportano in maniera scortese?

La Netiquette, ovvero le regole da seguire online

Per evitare che tutta questa situazione possa ulteriormente svilupparsi, dando non poco fastidio a chi deve gestire un sito e deve fare i conti con delle persone indisciplinate, è stato creato il concetto di Netiquette.
Ma di cosa si tratta?
Solo di tutte quelle regole che permetteranno, ai visitatori ed agli iscritti, di imparare a comportarsi quando si effettua una discussione su un particolare argomento.
Che si tratti di un prodotto oppure di un semplice argomento generale, poco importa: il galateo del web necessita di essere sempre applicato, in maniera tale da evitare di dover gestire delle situazioni che sono tutto tranne che piacevoli da dover fronteggiare.
Questo è il concetto basilare di netiquette, ovvero l’impostare delle regole che devono essere necessariamente rispettate all’interno della comunità del web, in modo tale da evitare che, anche la più semplice delle conversazioni, possa degenerare in una volgare e poco piacevole rissa sul internet fatta di parole poco graziose e termini che dovrebbero essere sconosciuti.

Come impostare la Netiquette

Non vi sono delle regole vere e proprie per quanto riguarda la Netiquette: si parla semplicemente di saper sfruttare un modo di fare che deve essere necessariamente corretto ed evitare la sensibilità del prossimo.
Le regole devono ovviamente essere note a tutti ed è per questo che, ogni proprietario di un sito web, dovrebbe porre la Netiquette in bella vista, in modo tale che tutti possano essere in grado di poterla vedere e non vi siano delle scuse di ogni genere.
Ovviamente sarà discrezione del proprietario del sito cercare di applicare e utilizzare tutte quelle semplici regole che risultano essere utili per evitare che, da una semplice conversazione, si possa passare ad un litigio che tutto sarà tranne che piacevole da gestire.
Pertanto si può facilmente sostenere che, la Netiquette, non necessita di particolari e noiose regola: ne bastano anche due ma è estremamente importante che, tutte queste, vengano rispettate dagli utenti, che andranno incontro ad una sanzione disciplinare, spesso l’espulsione dal sito, quanto la regola viene infranta.

Come aumentare il traffico al proprio sito web aziendale

Aumentare il traffico al proprio sito web aziendale è un tipo di operazione che prende il nome di conversione, che spesso viene sottovalutato o ignorato.
Attenzione però: in questo caso, la conversione viene intesa come passaggio che riguarda il visualizzare un banner pubblicitario o altri strumenti per poi trasformarsi in clienti veri e propri di quell’azienda.
Vediamo ora come aumentare il traffico al proprio sito azienda online senza difficoltà.

Creare contenuti sempre piacevoli

La creazione dei contenuti potrebbe essere il primo dei passaggi utili che, un responsabile aziendale, potrà adottare per poter incrementare, in maniera più o meno netta, il traffico generato dal suo sito web.
Bisogna sottolineare come, un contenuto che piace al cliente e che viene condiviso online, permette di poter ottenere delle visite che risultano essere sempre più numerose e che permetteranno, all’azienda stessa, di poter incrementare il suo livello di popolarità in rete.
Ovviamente bisogna sottolineare come, tale tipologia di procedura, risulterà essere abbastanza lunga da effettuare visto che, ogni singolo contenuto presente nel sito, deve essere studiato con attenzione per evitare che, il cliente, possa non interessarsi allo stesso.

Studiare i dati delle analisi del proprio sito

Altro passaggio fondamentale, che potrà essere effettuato in maniera rapida e veloce, consiste nel cercare di studiare tutti i dati relativi al proprio sito web.
Questo significa che, per poter aumentare il traffico, bisogna scoprire quali sono gli elementi presenti sul sito che vengono completamente ignorati e successivamente capire chi è il target che non si riesce a conquistare. (altro…)

Google introduce nuove funzionalità per la pubblicità Video ed in App

Google ha deciso di annunciare ben due novità che saranno in grado di rivoluzionare il concetto di internet e di alcune sue funzioni.
Esse sono state presentate durante l’evento Dmexco, che si è svolto in Germania.
Vediamo quali sono le due novità che verranno apportate da parte di Google e su che tipo di programmi e funzioni saranno attive.

La funzione della Call to action finale

Una delle due tipologie di funzioni, presentate durante la suddetta manifestazione, prende il nome di TrueView for Action.
Ma in cosa consiste la suddetta?
Essa permetterà, soprattutto agli imprenditori e proprietari di brand di un marchio più o meno conosciuto, di poter inserire una call to action al termine del video stesso.
Questo permetterà di poter stimolare i clienti a compiere una qualsiasi azione, cosa che eviterà quindi l’indifferenza totale.
Risulta essere importante notare come, tale tipologia di funzione, verrà applicata su Youtube e garantirà la possibilità di poter ottenere una reazione da parte del pubblico.
I dati che si otterranno potranno poi essere elaborati da parte del brand stesso: la prossima campagna pubblicitaria potrà essere strutturata in maniera attenta e precisa, evitando quindi altre reazioni che potrebbero essere negative al cento per cento.
Tale funzione, annunciata da parte di Google, dovrebbe essere resa attiva verso la fine dell’anno 2016 o al massimo durante i primi mesi dell’anno successivo.

La pubblicità rivista da Google

Altra tipologia di funzione che risulta essere stata annunciata da parte di Google, risulta essere quella che consiste in un aggiornamento dell’Universal App Campaign.
Bisogna sottolineare che, tale tipologia di funzione, riguarda in particolar modo le applicazioni e la pubblicità: gli annunci potranno essere visualizzati solo ed esclusivamente da parte di coloro che utilizzano un programma ed effettuano degli acquisti o altre azioni che li rendono maggiormente attivi.
Ad esempio, sarà possibile notare come, questa funzione, permetterà di ottenere un grande risparmio per le aziende stesse, che potranno quindi evitare di sostenere dei costi elevati per delle campagna generiche, concentrandosi solo sui potenziali clienti che hanno già compiuto un’azione significante.
Utilizzando un’applicazione, nella quale compaiono degli annunci pubblicitari, l’utente potrebbe essere raggiunto da una promozione che riguarda un’altra applicazione, sito web o marchio, per il quale quell’utente ha effettuato un acquisto oppure un’altra azione.
Questo gli consentirà di rimanere sempre aggiornato su tutte le diverse novità che riguardano appunto tale tipologia di brand oppure di altre applicazioni.
Bisogna sottolineare inoltre che, coloro che invece hanno sempre ignorato tale tipologia di annuncio, non lo visualizzeranno nuovamente, cosa che eviterà loro di dover bloccare una determinata attività sfruttando un’applicazione sui dispositivi mobili.

Queste sono quindi le due novità che sono state attentamente e prontamente create da parte di Google, la quale sarà in grado di offrire delle innovazioni che cambieranno radicalmente il concetto di pubblicità all’interno del web.